Nessun rischio salute mentale dopo aborto

13 dicembre 2011 09:140 commenti

È stata recentemente pubblicata una revisione che analizza certi studi precedenti, nei quali si suggeriva che le donne che decidevano interrompere una gravidanza indesiderata erano a rischio di subire effetti negati sulla loro salute mentale; tuttavia, questo nuovo studio afferma che la decisione di sottoporsi ad un aborto o continuare la gravidanza non provoca ulteriori effetti sul rischio di problemi mentali.

Le revisione è stata condotta dal National Collaborating Centre for Mental Health, parte del Royal College of Psychiatrist del Regno Unito, e pubblicata sull‘Academy of Medical Royal Colleges.

Il rapporto tra una gravidanza indesiderata, la decisione di abortire o meno, lo stress e la salute mentale è stato studiato durante decadi. Tuttavia, non è ancora chiaro come funziona questo rapporto, e la domanda chiave sembra essere: l‘aborto incrementa il rischio di problemi sulla salute mentale?

Le nuove risposte

L’attuale studio ha esaminato tre articoli di rassegna precedenti, due dei quali erano revisioni descrittive e non solo un riassunto di risultati. I ricercatori hanno anche identificato altri 44 studi che analizzavano il legame tra problemi di salute mentale e aborto.


Gli scienziati hanno scoperto che quando una donna aveva una gravidanza indesiderata, le sue probabilità di sviluppare problemi di salute mentale erano alte, ma che interrompere la gravidanza non incrementava ulteriormente il rischio.

La revisione ha evidenziato inoltre che la precedente storia di salute mentale della donna era il fattore di rischio più importante per il futuro sviluppo di problemi mentali dopo un aborto. Eventi stressanti subiti in precedenza, quali la perdita del posto lavorale o l’interruzione di un rapporto affettivo, hanno anche dimostrato di contribuire ad incrementare il rischio.

Inoltre, gli specialisti hanno scoperto che la probabilità di avere problemi è maggiore quando la donna è sotto pressione nel realizzare un aborto.

In conclusione, i ricercatori sostengono che se una donna decide di realizzare un aborto, i medici devono fare attenzione alla possibilità di essere a rischio di problemi di salute mentale, se la donna presenta una storia di disturbi mentali precedenti, esibisce una reazione emozionale negativa di fronte all’aborto o sta sperimentando eventi stressanti di alcun tipo.






Tags:

Lascia una risposta