Niente sigaretta elettronica per i minori e nelle scuole

28 giugno 2013 06:420 commenti

sigaretta-elettronicaArriva ufficialmente il divieto di fumare sigarette elettroniche per i minori di 18 anni e il divieto di fumare le e-cig nelle scuole. Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha firmato l’ordinanza, basata sul recente parere del Consiglio superiore di sanità sulle e-cig, stando al quale tali prodotti necessitano di essere regolati dal momento che evocano la gestualità del fumo. Dunque, spiegava il Css, le e-cig andrebbero vietate ai minori e pertanto nelle scuole, oltre a essere sconsigliate alle donne in gravidanza e a quelle che allattano. Non saranno invece per il momento vietate nei luoghi pubblici, come invece è avvenuto in Francia.


Il ministro ha messo in evidenza anche la necessità che ci sia “una corretta informazione” sui prodotti che vengono venduti: “Non vogliamo dire – ha dichiarato – che la sigaretta elettronica è più pericolosa della sigaretta normale, ma non deve essere utilizzata come uno strumento innocuo. Il fumatore deve essere informato su quello che utilizza”.

Dal momento che la necessità di informare i consumatori è fondamentale, è stato proprio questo il tema al centro dell’accordo raggiunto di recente in sede europea tra i ministri della Salute: la direttiva sul tabacco contemplerà norme anche per le e-cig. Nel testo concordato dai ministri della Salute riuniti nel Consiglio di Sanità a Lussemburgo, e anticipato da Repubblica-Le Inchieste già a febbraio, si prevede infatti che i prodotti che contengono nicotina oltre certi livelli debbano essere autorizzati come farmaci.

 






Tags:

Lascia una risposta