Home / Salute / Obesità, una proteina controlla il peso

Obesità, una proteina controlla il peso

L’arma segreta per combattere l’obesità e tenere sotto controllo il peso potrebbe essere una proteina che si trova nel nostro intestino. E’ questa la scioccante scoperta di una ricerca dell’Università Cattolica di Louvain (UCL) in Belgio. Se oggi molti si affidano a prodotti industriali anche costosi o a interventi chirurgici invasivi per risolvere il problema, in futuro per dimagrire si potrebbe agire stimolando questa proteina. Il vantaggio potrebbe essere quindi anche di ordine economico con un’intera industria (quella appunto dei prodotti per perdere peso) che finirebbe in crisi.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista “Nature Communication” e offre grandi potenzialità anche per la cura del diabete di tipo 2, la cui causa spesso risiede proprio nel sovrappeso. La proteina in questione si chiama MyD88 e permette di accelerare il metabolismo e quindi di consumare più energia. Una scoperta solo che in Italia interessa da vicino oltre quattro adulti su dieci: secondo le ultime statistiche infatti il 42% della popolazione è in sovrappeso e soffre di obesità. Altro dato allarmante è che questa percentuale sale con l’avanzare dell’età: tra i 65 e i 75 anni più del 60% della popolazione ha problemi di peso. Ma le fasce più giovani, contrariamente a quanto accadeva nelle generazioni precedenti, non sono del tutto esenti dal problema a livello generale: tra i bambini di terza elementare nel 2010 il 22,9 per cento risultava essere in sovrappeso e l’11,1 obeso. Insomma l’Italia sembra essere sempre più vicina agli Usa, la patria dell’obesità.

GIOVANI E OBESITA’: LE CAUSE

Dati molto preoccupanti non solo dal punto di vista estetico ma anche, e soprattutto, della salute: in particolar modo se si tiene conto delle possibili ripercussioni psicologiche dovute proprio al sovrappeso. Il fenomeno non è marginale: basti pensare che il 23 per cento dei casi di cardiopatia ischemica e fino al 41 per cento di alcuni tumori si possono ricondurre proprio a problemi di obesità o di grave sovrappeso. Si attendono quindi ulteriori ricerche di approfondimento su questa proteina che potrebbe veramente cambiare la vita di tantissime persone in tutto il mondo. Incrociamo le dita, allora!

UN OBESO PUO’ ESSERE UN BUON PADRE?

Loading...