Omega 3 o olio d’oliva contro l’infarto?

1 giugno 2013 08:140 commentiDi:

1301-olio-extravergine-di-olivaE’ possibile prevenire il rischio di infarto del miocardio semplicemente attraverso l’alimentazione? E se si, cosa è necessario preferire? Quali cibi, tra quelli ricchi di acidi grassi, gli ormai famosi omega 3, e l’ olio di oliva della dieta mediterranea, sono più indicati per non andare incontro al verificarsi della malattia?

Chi mangia pesce vive di più

Se lo sono chiesti un ampio gruppo – quasi un migliaio – di medici di famiglia italiani che in cinque anni hanno tenuto sotto controllo più di 12 mila pazienti ad alto rischio di infarto del miocardio, somministrando alla metà di essi integratori a base di Omega 3 e all’ altra metà prescrivendo il consumo abituale di olio di oliva nella dieta.


Le proprietà dell’olio extravergine di oliva

Ebbene, i risultati, pubblicati sulla rivista anglosassone New England JM sono stati più che sorprendenti. I medici hanno infatti rilevato che per il primo gruppo l’ incidenza di infarto è stata dell’ 11,7%, mentre per il secondo gruppo, quello dell’ olio di oliva, solo di poco più alta, cioè 11,9%.

I medici di famiglia hanno quindi potuto concludere che  non vi sono sostanziali differenze tra il consumo di cibi o di integratori a basse di omega 3 e di olio di oliva, con grande delusione delle case farmaceutiche e con grande soddisfazione dei produttori di olio. .






Tags:

Lascia una risposta