Perché consumare carne rossa in eccesso è sconsigliato

18 settembre 2013 11:390 commenti

carne-rossaGli italiani, come è noto, impazziscono per la carne rossa. Amano consumarla quotidianamente e spesso non si curano dei consigli medici e dei pareri dei media sull’argomento. Da sempre, aldilà delle corrette considerazioni dei vegetariani, è però noto che consumare carne rossa in eccesso provoca numerosi problemi. Quali?

Al pari di altri prodotti animali la carne rossa è un alimento che possiee lipidi saturi e conferisce quantità più o meno elevate di colesterolo esogeno. Per questa ragione, abusare della carne rossa porta all’alterazione della lipidemia.

Un introito esagerato di colesterolo alimentare e di acidi grassi saturi può provocare un innalzamento diretto ed indiretto del colesterolo totale e soprattutto delle lipoproteine LDL. A questo rischio vanno incontro soprattutto i soggetti sedentari e i soggetti predisposti.

Ne consegue un aumento del rischio cardio-vascolare imputabile alla formazione di placche aterosclerotiche che finiscono per occludere i vasi sanguigni.

La carne rossa dà al corpo una quantità notevole di proteine animali e da ogni porzione (200-300g) ne derivano circa 40-60g.

L’abuso del consumo di proteine animali implica un rischio piuttosto importante di sviluppare una riduzione dell’efficienza metabolica del calcio. Pertanto, se introdotte in eccesso, le proteine animali potrebbero favorire l’insorgenza di una patologia ossea definita osteoporosi.

 

 

 

Tags:

Lascia una risposta