Pidocchi – Come avviene il contagio nei bambini

13 settembre 2014 12:110 commentiDi:

Medici 09

Si riaprono le scuole e per i bambini in età scolare si ripresenta come ogni anno, puntuale, il problema della possibile trasmissione dei pidocchi. Sembra infatti che gli indesiderati ospiti attacchino con più facilità i bambini a differenza degli adulti. Non è tuttavia necessario dare luogo ad eccessivi allarmismi perché i pidocchi sono purtroppo parassiti come molti altri esistenti in natura, che non trasmettono alcuna malattia “aggiuntiva”. 

Certificato medico per piscina e palestra – Quando è davvero necessario

Come la maggior parte dei parassiti, i pidocchi sono sintomo di una scarsa igiene personale e sono di solito potenziali pericoli dei luoghi più affollati e frequentati, come le scuole, appunto, ma anche le colonie e gli asili. Il loro contagio nei bambini è in un certo senso più facilitato da alcune condizioni.


Bambini in vacanza – I consigli e le cure contro le allergie

La trasmissione dei pidocchi nei bambini è facilitata dal fatto che il cuoio capelluto è più acido a causa della più elevata produzione di sebo che si verifica dalla pubertà in poi e il pidocchio è un parassita che vive molto bene in luoghi ad alto livello di acidità.

Alcuni studi approfonditi hanno dimostrato anche che i pidocchi riescono ad attecchire meglio ai capelli di coloro che presentano una sezione rotondeggiante del capello stesso, una tipologia di sezione diffusa soprattutto negli individui con caratteristiche caucasiche, cioè bianchi. l neri invece hanno spesso dei capelli con sezione ovoidali, che risultano scomode per questi sgraditi insetti.

I pidocchi non sono capaci né di volare né di saltare, ma si spostano da un individuo all’altro solo per contatto diretto e attraverso lo scambio di indumenti e effetti personali o biancheria da letto.






Tags:

Lascia una risposta