Pillola anticoncezionale

Dopo anni e anni di studi i ricercatori mondiali sono riusciti a creare una nuova pillola contraccettiva a base di estrogeni naturali, ossia quelli generalmente prodotti dall’organismo.

Dalla nascita della prima pillola anticoncezionale avvenuta circa 40 anni fa, la contraccezione ha proseguito a migliorarsi,  infatti nel corso degli anni i livelli ormonali    contenuti in questo contraccettivo sono vistosamente diminuiti.

L’alta percentuale di etinilestradiolo (un potente ormone femminile) contenuta all’interno di primitivi anticoncenzionali, può provocare in alcuni soggetti una serie di alterazione nelle funzioni dell’intero organismo.

 

La nuova pillola “Qlaira” non solo non contiene etinilestradiolo, ma gli estrogeni che la compongono sono molto  simili  agli ormoni prodotti dall’organismo della donna. 

Considerando l’articolo riportato sul quotidiano britannico “The Sun” questo nuovo prodotto anticoncezionale           apporterebbe  rimedio alle   fastidiose cefalee quotidiane,  agli sbalzi  di umore e   alle  piccole  emorragie,    sintomi  comunemente riscontrabili con le normali pillole,  oltre naturalmente al controllo delle nascite. 

pastiglieIn questa logica di miglioramento, i ricercatori hanno appurato inoltre,  che il nuovo contraccettivo potrebbe essere prescritto anche a soggetti a rischio di malattie cardiovascolari. 

L’estrogeno bio-identico è stato testato su circa 3000 donne, il risultato conseguito è stato la buona tollerabilità di questo prodotto, c’è inoltre da evidenziare che Qlaira ha una particolarità di somministrazione che riduce i rischi di dimenticanza, viene assunta per 28 giorni (due giorni effetto placebo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.