Precuneo: scoperto perchè la felicità è questione di centimetri

La felicità è certamente uno stato d’animo che dipende da quelle che sono precise sensazioni che investono il singolo soggetto ma, e questo è il contenuto di una ricerca davvero sorprendente, anche da una certa predisposizione fisica. Secondo un team di ricercatori della Kyoto University non tutte le persone sono fisicamente predisposte ad essere felici allo stesso modo. Il differente livello di felicità che viene raggiunto, però, non è frutto solo di una maggiore o minore attitudine personale ma di centimetri.

I ricercatori nipponici, infatti, sono riusciti a comprendere che l’ampiezza del precuneo, un’area del cervello, va a determinare il maggiore o minore livello di felicità che si è in grado di provare. Nello specifico se il precuneo è più grande della media allora si sarà capaci di sviluppare un più alto livello di felicità, viceversa a un precuneo meno esteso corrispondono livelli più bassi di felicità. Ma dove si trova questa superficie che è così capace di determinare i comportamenti umani? Il precuneo è una piccola zona che è posta nella parta alta della testa nei pressi dei lobi parietali.

Partire da questa premessa ed arrivare alla conclusione secondo cui la felicità è una questione che si va a determinare alla nascita è però sbagliato. A chiarire il concetto è stato uno dei membri del team che ha effettuato la scoperta: Wataru Sato. Secondo il ricercatore, infatti, il precuneo può essere sviluppato con l’esercizio. In parole semplici per aumentare la superficie che determina il livello di felicità del singolo si deve semplicemente allenare la mente attraverso la meditazione e la concentrazione sul sè. Si tratta di arti tipicamente orientali che, negli ultimi anni, stanno avendo comunque una buona affermazione anche in Europa. Il senso della ricerca giapponese è quindi molto chiaro: la meditazione aiuta a sviluppare il precuneo che a sua volta fa crescere la felicità quindi la meditazione fa crescere la felicità.

 

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *