Prodotti per make up anticipano menopausa

25 ottobre 2012 11:160 commenti

I prodotti per il make up utilizzati dalla maggior parte delle donne di tutte le età e di tutto il mondo potrebbero accelerare l’arrivo della menopausa. A rivelarlo è stato uno studio condotto dai ricercatori della Washington University di St Louis e che punta il dito contro i ftalati, un gruppo di sostanze chimiche che si trovano non solo nei cosmetici ma anche nelle materie plastiche, nei prodotti per la manutenzione della casa e nelle confezioni usate per gli alimenti.

In particolare, lo studio è stato condotto su un campione di 5.700 donne che sono state sottoposte a periodiche analisi per monitorare i livelli di ftalati nel sangue o nelle urine. Ebbene, coloro che ne avevano una quantità più alta hanno avuto la menopausa 2-3 anni prima rispetto alle altre. Tuttavia, secondo la dottoressa Natalia Grinder che ha coordinato lo studio, alcune donne potrebbero fare i conti con la menopausa anche 15 anni prima.


La menopausa precoce, ha spiegato la dottoressa, ha un grande impatto sulla salute ed è associata a percentuali molto più alte di ictus, infarti, problemi ossei ed emorragie cerebrali fatali. I ricercatori ritengono inoltre che le sostanze chimiche incriminate abbiano la potenzialità di influenzare la funzione ovarica e la riproduzione umana.

In Italia, in riferimento all’allarme lanciato dagli studiosi americani, è intervenuta l’Unipro, l’associazione italiana delle imprese cosmetiche, la quale ha anzitutto premesso che i ftalati rappresentano una categoria molto ampia di sostanze chimiche, alcune delle quali hanno degli effetti tossici a livello riproduttivo se impiegate a dosi molte alte. Questa tipologia di ftalati è però vietata nei cosmetici presenti sul mercato italiano ed europeo. L’associazione ha inoltre aggiunto che l’unico ftalato impiegato nei cosmetici venduti in Europa è il Dietilftalato (DEP), a lungo studiato e che è stato giudicato sicuro. Esso viene talvolta aggiunto in piccole quantità ai prodotti con lo scopo di rendere amaro, e quindi imbevibile, l’alcool etilico eventualmente presente nella composizione del cosmetico.






Tags:

Lascia una risposta