Quali sono i danni da abuso di televisione

3 marzo 2013 10:030 commentiDi:

I bambini che passano buona parte del loro tempo davanti alla televisione hanno una maggiore probabilità di diventare degli adolescenti e poi delle persone adulte con tendenze antisociali e aggressive.

> Bambini sani in tre passi

Lo conferma oggi uno studio dell’Università di Otago in Nuova Zelanda, che ha compiuto lunghi test per verificare a livello scientifico l’esistenza di un fenomeno che si intuiva ed era chiaro oramai da tempo.

I ricercatori noezelandesi, infatti, hanno seguito per ben 10 anni un gruppo di mille bambini nati nel 1972 e nel 1973, dall’età di 5 anni all’età di 10 anni, arrivando a dimostrare che nei soggetti che durante il periodo in questione avevano passato più tempo davanti alla televisione la tendenza a comportamenti aggressivi e antisociali era più alta del 30%. 

Lo studio ha dimostrato inoltre che i danni da abuso di televisione non restano limitati all’età infantile e adolescenziale, ma si cristallizzano in tratti di personalità che continuano a caratterizzare anche l‘età adulta, inducendo i soggetti interessati a sperimentare emozioni negative e rendendoli più esposti al rischio di sviluppare il disturbo psichiatrico chiamato disturbo della personalità antisociale. 

Riconoscere la psicosi

E il disturbo della personalità antisociale è una patologia psichiatrica che nell’adulto si caratterizza per la persistenza di comportamenti aggressivi.

Tags:

Lascia una risposta