Quali sono le cause principali del mal di schiena?

2 luglio 2014 11:340 commentiDi:

Medici 01

Contrariamente a quanto si pensa il mal di schiena non è una malattia per nulla banale. Secondo le più recenti ricerche, infatti, il mal di schiena è una delle patologie più diffuse e meno curate in Europa, nella maggior parte dei casi perché non si conoscono bene le cause che lo scatenano. 

Come evitare i disturbi alla schiena

Dopo lo stress e prima del cancro, dunque, il mal di schiena è ai primi posti tra le malattie più sofferte dai pazienti europei, che si assentano dal lavoro soprattutto per problemi ad esso connessi, come la lombalgia e la cervicalgia.

Che cos’è la lombalgia del camionista


Diverse e all’ordine del giorno sono le cause che possono scatenare il mal di schiena, segno che la nostra colonna vertebrale non si è ancora adattata ai ritmi e alle posture della vita moderna. All’interno di una prima lista si possono infatti elencare le seguenti motivazioni:

  • posture sbagliate
  • sedentarietà
  • età
  • attività fisica inappropriata
  • traumi
  • artrosi
  • ginocchia e alluci valghi
  • ernie del disco
  • scoliosi
  • artriti
  • osteoporosi.

Lo studio delle cause è fondamentale per capire di che tipo di mal di schiena si soffre e quali sono le terapie giuste per affrontarlo. Le tipologie più comuni di mal di schiena sono dovute a problemi di tipo meccanico, ovvero strappi e stiramenti, che impiegano dalle 6 alle 12 settimane per guarire, mentre le altre forme, circa un 5 per cento del totale, tendono a diventare malattie croniche, di tipo infiammatorio.

Sono ad esempio di questo tipo patologie come l’artrite psoriasica o la spondilite anchilosante, malattie che hanno una base artritica e autoimmunitaria. Per avere un termine di paragone, il mal di schiena diventa in genere cronico quando il dolore perdura oltre i tre mesi. In questo caso sono necessarie accurate diagnosi e terapie specifiche.






Tags:

Lascia una risposta