Rimedi per l’incontinenza urinaria maschile

15 giugno 2013 08:160 commentiDi:

Medici 01L’ incontinenza urinaria maschile è oggi un problema abbastanza diffuso. Se non risolto, inoltre, può avere anche importanti ripercussioni sulle abitudini personali e sulla vita di relazione. La patologia, nello specifico, ha una incidenza almeno del 5% nei pazienti che si sono sottoposti ad un intervento di asportazione della prostata – prostatectomia – a causa di un tumore e le scienza medica distingue in genere tra una forma di incontinenza lieve, media o forte a seconda dei casi.

I benefici dell’ortica per l’ipertrofia prostatica

Oggi, però, più che in passato, esistono anche numerose soluzioni e rimedi da poter attuare per far fronte a questo problema.


Nei casi delle forme lievi e medie è possibile, ad esempio, compiere delle terapie di riabilitazione volte a riattivare la funzione del piano perineale, che di norma vanno associate all’ assunzione di un farmaco antidepressivo come la Duloxetina, che è in grado di rendere più efficace l’ azione dello sfintere striato dell’ uretra, che sovrintende alla continenza.

> Che cos’è il PSA

In alternativa alle terapie è poi possibile sottoporsi ad intervento chirurgico, come le iniezioni periuretali di materiali biologici, soluzione temporanea, o effettuare lo sling bulbo uretrale InVance.

Altri rimedi sono infine costituiti dalle protesi proAct che regolano il grado di compressione dell’ uretra e, solo nei casi di incontinenza grave, l introduzione di uno sfintere urinario artificiale.

 






Tags:

Lascia una risposta