Rivoluzione tecnologica sulla poltrona del dentista

21 novembre 2012 11:570 commentiDi:

Dopo la possibilità di effettuare ecografie senza spostarsi da casa, utilizzando tablet e smartphone e l’introduzione del doppler ad ultrasuoni, importanti novità tecnologiche sono in arrivo anche per il settore odontoiatrico. Le migliori innovazioni al servizio dei dentisti sono state presentate recentemente a Milano, in occasione della 40esima edizione dll’International Expodental, organizzata da Unidi (Unione Nazionale Industrie Dentali Italiane), contemporaneamente al congresso nazionale della Società Italiana di Osteointegrazione.


Tra gli strumenti più all’avanguardia, che presto andranno a migliorare la nostra esperienza sulla poltrona del dentista, ci sono una nuova tipologia di TAC 3D  e gli scanner dentali, che soppianteranno i metodi tradizionali per la rilevazione delle impronte. Tridimensionalità è dunque la parola d’ordine dell’odontoiatria del futuro: realizza, ad esempio, ricostruzioni 3D la cosiddetta TAC “cone beam”, che durante una singola rotazione attorno al paziente scansiona un’area specifica e, attraverso l’impiego di un software, è in grado di produrre ricostruzioni tridimensionali di qualsiasi piano. Con questa nuova tecnica inoltre i pazienti avrebbero il vantaggio di essere investiti da una minore quantità di radiazioni rispetto alle TAC tradizionali.

Questo tomografo a fascio conico potrà essere usato sia in sede di diagnosi delle patologie che nella pianificazione di interventi chirurgici per l’inserzione di impianti. I nuovi scanner dentali invece permetteranno di rilevare, grazie ad un laser, la forma e la posizione delle arcate dentarie, creando un modello virtuale tridimensionale di estrema precisione anatomica, in vista di interventi ricostruttivi o dell’avviamento di un trattamento ortodontico.






Tags:

Lascia una risposta