Sclerosi multipla sintomi e caratteristiche

27 dicembre 2011 15:490 commenti

La sclerosi multipla (SM), o sclerosi a placche, è una malattia cronica in cui si verifica una perdita di mielina in diverse aree del sistema nervoso centrale.

La mielina è una sostanza bianca che riveste gli assoni, la porzione terminale dei neuroni. Questa demielinizzazione (perdita della mielina) comporta danni gravi, con formazione di lesioni (placche) che somigliano a cicatrici (da cui il nome sclerosi).

Vi sono circa 1,3 milioni di persone malate di sclerosi multipla al mondo, tra cui circa 63.000 in Italia. Questa patologia è più diffusa nelle aree lontane dall’equatore a clima temperato, quali Nord Europa, Nord America e i Paesi dell’Oceania.

La SM colpisce principalmente le donne giovani, e spesso viene diagnosticata tra i 20 e i 40 anni. Si tratta della seconda malattia neurologica più diagnosticata nei giovani adulti.

La causa è sconosciuta e non vi è una cura definitiva

Le cause che provocano SM sono in parte ancora sconosciute, ma grandi passi sono stati fatti per spiegare il modo di azione della malattia. Grazie allo stato di conoscenza attuale, la SM può diagnosticarsi in maniera precoce e i pazienti possono mantenere una buona qualità di vita per molti anni.

La SM è imprevedibile e ancora non vi è una cura definitiva, ma la malattia non riduce l’aspettativa di vita di una persona.


I sintomi della sclerosi multipla

Alcuni sintomi si presentano più spesso di altri, e dipendono della localizzazione delle lesioni nel sistema nervoso centrale. Sebbene non vi sia ancora una cura, la maggior parte dei sintomi può essere trattata con successo grazie alle terapie farmacologiche e non, tra le quali ha un ruolo fondamentale la riabilitazione.

Uno dei sintomi più rappresentativo dell’esordio della malattia è lo sdoppiamento della visione e il nistagmo.

I disturbi intestinali sono piuttosto frequenti, e possono manifestarsi come stipsi o incontinenza fecale. Molto comuni inoltre i sintomi vescicali, quali l’urgenza minzionale (comparsa di un irresistibile necessità di urinare), incontinenza o ritenzione urinaria.

Spesso si presenta fatica o astenia, un senso di gran stanchezza, con sensazione di essere esausti più del normale. Vi sono alcune volte dei disturbi della sensibilità, quali una ridotta sensibilità al tatto, al caldo o freddo, e perfino al dolore. Quest’ultimo però può anche sentirsi in eccesso.

Altri disturbi sono quelli d’indole sessuale (problemi erettili, perdita di sensibilità), cognitivi (perdita dell’attenzione o memoria, difficoltà del ragionamento), della coordinazione, del linguaggio (debolezza, mancanza di coordinazione della lingua e i muscoli facciali), spasmi e depressione.






Tags:

Lascia una risposta