Scoperte proprietà di un farmaco sperimentale antitumorale

27 dicembre 2011 17:020 commenti

Dalla ricerca scientifica arrivano finalmente delle notizie molto incoraggianti che riguardano un nuovissimo farmaco sperimentale, le cui proprietà permetterebbero di intervenire sulla cellula tumorale e sul sistema vascolare del tumore, impedendo di fatto la diffusione del tumore stesso. La scoperta è stata fatta da due ricercatori italiani dell’Istituto di Candiolo e i risultati degli esperimenti sono stati recentemente pubblicati su Proceedings of National Accademy of Usa, la rivista dell’accademia delle scienza americana.


Alberto BardelliFederico Bussolino hanno deciso di fare alcuni esperimenti prendendo in esame la mutazione di un gene (BRAF) che determina la proliferazione incontrollata di alcuni particolari tipi di cancro e dell’azione di un farmaco non disponibile in Italia ma approvato negli Stati Uniti (PLX472O). I ricercatori hanno spiegato che il farmaco oltre a bloccare la diffusione del tumore (bloccando la crescita delle cellule) agisce sul sistema vascolare del tumore in modo del tutto inatteso.  La scoperta è sicuramente motivo di orgoglio, ma anche il raggiungimento di un importante traguardo nella lotta contro il tumore, infatti ora è chiaro che la crescita del tumore dipende dalla caratteristica genetica della cellula tumorale, ma anche dai vasi sanguigni che circondano il tumore. Questo significa che per lasciare il tumore senza nutrimento e migliorare le condizioni del paziente basta interrompere le vie di comunicazione tra cellula neoplastica e microambiente.






Tags:

Lascia una risposta