Sessualità e malattie, informare i giovani

7 novembre 2012 19:470 commentiDi:

Le malattie che si possono trasmettere per via sessuale sono tante e non sempre ben conosciute dalla parte giovane della popolazione.  Uno sforzo educativo è fondamentale in questo senso, per informare e rendere consapevoli i giovani degli eventuali rischi che possono correre. Sono infatti loro quelli più a rischio, sia perché probabilmente poco informati, sia perché più propensi al rischio.
La malattie sessualmente trasmissibili (MST) non solo solo l’Hiv e la sifilide. Ci sono anche la gonorrea, la gardnerella, la chlamydia trachomatis ecc. Oltre ad informare su quali malattie si possoono contrarre con il sesso, è importante rendere consapevoli i giovani della necessità della prevenzione.
La scuola ha un ruolo fondamentale in questo senso. Infatti, la scuola contiene tutti i giovani, pre-adolescenti e adolescenti, ed ha un ruolo educativo fondamentale. La scuola come agenzia educativa dovrebbe quindi favorire la diffusione di conoscenze e consapevolezza sul tema delle malattie sessualmente trasmissibili. Cosa che avviene in molti Peasi europei e negli Stati Uniti. Al di là di ogni moralismo e avendo come obiettivo la salute delle persone.

In adolescenza, la propensione al rischio e la ricerca di sensazioni possono portare ad una maggiore possibilità di incorrere in problemi di salute collegati ad avventure di tipo sessuale.

Tags:

Lascia una risposta