Sigarette elettroniche – Per l’Istituto superiore di sanità non sono innocue

2 settembre 2014 12:221 commentoDi:

sigaretta-elettronica

In questi giorni si è tornato duramente a discutere sugli effetti delle sigarette elettroniche, le e – cig, un prodotto che nel giro di poco tempo ha invaso il mercato dei tabacchi restringendo il dominio di quelle tradizionali e cambiando radicalmente le abitudini di molti fumatori. Le sigarette elettroniche, infatti, sebbene non ancora formalmente e ufficialmente autorizzate come cura dal Ministero della Sanità, sono state generalmente considerate da molti tabagisti come una possibile alternativa alle sigarette a base di tabacco, se non a volte quasi come una sorta di terapia per smettere di fumare. 

Sigarette elettroniche, cancellato il divieto di fumo nei luoghi pubblici

Ma proprio di recente l’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, ha riportato alla luce il problema delle sigarette elettroniche, e seguendo un approccio di tipo rigoroso, ha raccomandato alle autorità nazionali di vietare la vendita delle e – cig ai minorenni e di non permettere che siano utilizzate in luoghi chiusi, perché potrebbero avere sulla salute effetti ugualmente nocivi quanto il fumo passivo.

Possibile aumento delle tasse sulle sigarette da luglio 2014

La posizione dell’OMS, tuttavia, è stata di recente criticata dal famoso cardiologo Umberto Veronesi, che ha trovato eccessiva la chiusura dell’Organizzazione nei confronti di queste ultime. Quasi subito però è intervenuto nella questione, ormai un vero e porprio caso, anche l’Istituto Superiore di Sanità,  il quale si è schierato convintamente dalla parte dell’OMS.

L’Istituto Superiore di Sanità ha infatti affermato che le sigarette elettroniche non sono innocue come si tende a pensare e che le autorità mondiali dovrebbero basare le loro affermazioni solo sull’evidenza scientifica. Il fatto che facciano smettere di fumare, infatti, non è ancora stato dimostrato, mentre proprio l’ISS ha invece cominciato a dimostrare i loro effetti dannosi sulla salute.

Tags:

1 commento

  • Fino a quando ci sarà interesse nel tabacco, non si risolverà niente.e si continua sempre a fare la guerra al più piccolo.Preciso che in Inghilterra e in america si fuma l’elettronica da oltre 40 anni.

Lascia una risposta