Sindrome dell’albero di Natale, cos’è e come si cura

19 dicembre 2013 12:440 commentiDi:

decorazioni di Natale

Dopo aver notato una crescita nell’incidenza dei disturbi a carico dell’apparato respiratorio nel periodo di Natale, alcuni studiosi della Upstate Medical University hanno iniziato a cercarne le cause e hanno scoperto che la responsabilità è dell’albero di Natale.

Sia vero che finto, l’abete usato per l’albero è un ricettacolo di batteri e muffe che proliferano all’interno della casa e danno origine a reazioni allergiche.


Gli studiosi hanno analizzato le diverse parti degli abeti che ogni anno portiamo in casa e hanno scoperto che tra aghi e corteccia si possono annidare ben 53 tipi diversi di muffa e una quantità indefinita di batteri che proliferano una volta che l’albero viene portato in casa dove le temperature sono più alte, dando vita a reazioni allergiche anche piuttosto acute.

I sintomi di quella che è stata definita la sindrome dell’albero di Natale sono prurito e arrossamento degli occhi, irritazione della gola e starnuti. Nei casi più gravi, la sindrome dell’albero di Natale può portare a problemi polmonari e bronchiti.

Come si può evitare l’allergia all’albero di Natale? Secondo gli esperti, è necessaria innaffiare abbondantemente l’albero prima di portarlo in casa e non tenerlo all’interno per più di una decina di giorni e, se i sintomi persistono, acquistare un purificatore di aria che elimini spore e batteri.






Tags:

Lascia una risposta