Sintomi e cure della rinite gravidica

19 febbraio 2014 18:230 commentiDi:

pancia-gravidanza

Circa il 60% delle donne in dolce attesa sperimentano la rinite gravidica, una sorta di raffreddore persistente, a partire più o meno dal terzo mese di gravidanza.

Non si tratta di nulla di grave o di pericoloso, la rinite gravidica è un disturbo tipico della gravidanza ma, dato che i suoi sintomi sono molto simili a quelli del raffreddore – principalmente si tratta della sensazione di avere il naso chiuso e, quindi, difficoltà nella respirazione – può rivelarsi particolarmente fastidiosa soprattutto nei casi in cui si manifesta con più gravità.

Rinite gravidica, le cause

Sebbene ancora non si abbia una certezza scientifica sulle cause della rinite gravidica, la teoria più avvalorata trova la causa di questo disturbo in una eccessiva stimolazione delle mucose nasali a causa dell’elevato livello di ormoni, in particolare estrogeni e progesterone, nelle donne in gravidanza.
La sovra stimolazione delle mucose causa l’ingrossamento delle stesse e, quindi, maggiore difficoltà nel passaggio dell’aria.

► Come funziona il test di gravidanza e quando farlo

Rinite gravidica, i sintomi

Abbiamo detto che i sintomi della rinite gravidica sono molto simili a quelli di un normale raffreddore, per cui chi soffre di questo disturbo manifesterà:


  • naso chiuso e difficoltà respiratorie, soprattutto di notte;
  • minore capacità di percepire gli odori;
  • rinolalia chiusa, ovvero la voce nasale;
  • mucorrea, ovvero la costante produzione di muco;
  • starnuti molto frequenti;
  • sensazione di prurito all’interno del naso.

 I trattamenti di bellezza che si possono fare durante la gravidanza

Come curare la rinite gravidica

A tutte le donne in gravidanza viene fortemente sconsigliato l’uso di medicinali se non in caso di assoluto bisogno, nel caso della rinite gravidica le cure più indicate sono quelle naturali: le donne che hanno questo disturbo possono trovare sollievo con suffumigi o dei bagni caldi con molto vapore che aiutino a disostruire le vie respiratorie.

Negli ultimi tempi sembra poi che l’acido ialuronico sia un valido alleato per combattere i fastidiosi sintomi della rinite gravidica: questo acido, infatti, ha delle importanti proprietà antinfiammatorie e trofiche per la mucosa nasale e non ha alcuna controindicazione per l’uso in gravidanza.

Il miglior modo per trarre benefici dal trattamento con acido ialuronico per la rinite gravidica è tramite inalazione con doccette nasali che agiscono direttamente nelle alte vie respiratorie.






Tags:

Lascia una risposta