Home / Salute / Sintomi e terapia della sindrome del tunnel carpale

Sintomi e terapia della sindrome del tunnel carpale

 

La sindrome del tunnel carpale si esprime in genere con una sintomatologia abbastanza complessa che si può distinguere in tre fasi: una fase irritativa, una fase deficitaria e una paralitica.

Nel primo stadio si  avvertono disturbi soggettivi, con possibili fasi di parestesia nelle ore notturne e dolorabilità concentrata a livello del solo pollice, del dito indice o che può anche estendersi a tutta la mano, la spalla e il gomito.

Nella fase deficitaria rimangono gli stessi disturbi soggettivi della prima fase, ma tendono a diventare continui durante la giornata, con conseguente riduzione della forza contrattile dei muscoli e difetto funzionale di quelli che dipendono dalla mano.

Nel terzo stadio, la fase paralitica, la sofferenza del nervo è ancora più prolungata e compare l’atrofia dei muscoli thenar. Viene abolita la possibilità di opporre il pollice alle altre dita, dal momento che i maggiori problemi sono a carico dell’abduttore del pollice. La sensibilità tattile viene alterata e può limitarsi alle sole falangi terminali oppure no.

â–º Che cos’è la paralisi da lenzuolo

Per quanto riguarda le possibili terapie, nella fase irritativa si consiglia la classica somministrazioni di antinfiammatori e di riposo degli arti. Nei casi più importanti si può procedere ad una steccatura della durata di 15 giorni. Nella fase deficitaria invece è d’obbligo la decompressione chirurgica del nervo atraverso l’apertura del tunnel carpale.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *