Siringhe sostituite da un dispositivo laser

18 settembre 2012 15:080 commenti

Le dolorose iniezioni con l’ago potrebbero ben presto diventare solo un vago ricordo. I ricercatori dell’Università Nazionale di Seoul hanno infatti messo a punto un dispositivo laser attraverso il quale è possibile iniettare un medicinale sotto pelle senza dover ricorrere ad un ago, per la gioia di coloro che temono le classiche iniezioni.

Il dispositivo è stato realizzato utilizzando il tradizionale principio dello stantuffo che preme sul liquido, in questo caso però l’operazione avviene in maniera molto più rapida, tanto da arrivare addirittura a superare la velocità del suono e a riuscire a far penetrare il medicinale al di sotto della cute senza che sia necessario un ago e quindi andando ad eliminare il classico dolore provocato dalle iniezioni.


Il sistema si serve di un laser di “alluminio ittrio granato”, molto spesso utilizzato dai dermatologi per trattamenti estetici al viso, ma che in questo caso viene utilizzato per spingere un piccolo flusso di liquido.  Tale laser è stato combinato dai ricercatori con un piccolo adattatore che contiene il farmaco e una camera contenente acqua, che svolge la funzione di fluido “guida”. Ogni impulso laser genera una bolla di vapore, la cui pressione provoca una deformazione elastica sulla membrana tra l’acqua e il medicinale, determinando così l’espulsione del liquido da un foro microscopico con un getto molto potente e sottile quasi come un capello umano.

Il dispositivo è già stato testato con successo sugli animali, in quanto i ricercatori sono riusciti ad iniettare una sostanza a diversi millimetri sotto la pelle senza provocare alcun danno al tessuto. Nel corso dei prossimi mesi l’apparecchio sarà testato sull’uomo.






Tags:

Lascia una risposta