Smalti e creme aumentano il rischio di diabete

16 luglio 2012 16:040 commenti

A finire ancora una volta nel mirino dei ricercatori sono i prodotti per la bellezza che contengono ftalati, sostanze chimiche presenti in diversi smalti per unghie, creme idratanti e prodotti per capelli, ormai da anni sospettati di provocare danni all’apparato riproduttore, al fegato e ai reni.


Tra gli effetti dannosi accertati di queste sostanze, almeno a partire da oggi, figura anche un aumento del rischio di sviluppo del diabete. Secondo uno studio del Brigham and Women’s Hospital, pubblicato sulla rivista Environmental Health Perspectives, esiste infatti un’associazione tra l’elevata presenza di ftalati nell’organismo e lo sviluppo di diabete nelle donne. I ricercatori, in particolare, hanno analizzato la concentrazioni di ftalati nelle urine di 2.350 donne, riscontrando una maggiore probabilità di rischio di contrarre il diabete in quelle che presentavano maggiori quantità di queste sostanze nell’organismo: le donne che presentavano un livello più alto della media avevano addirittura il 60% di probabilità in più di avere la malattia.

I ftalati, in particolare, sono sostanze che hanno un’azione endocrino-soppressiva, in pratica alterano la produzione di ormoni causando anche modificazioni nella gestione degli zuccheri da parte del corpo umano. Al riguardo ricordiamo che i ftalati sono già stati proibiti nella produzione di giocattoli e oggetti per bambini e neonati proprio a causa del rischio di alterazioni ormonali.






Tags:

Lascia una risposta