Spiegano come lo stress altera il cervello

12 gennaio 2012 07:410 commenti

Lo stress modifica le capacità cognitive e il carattere. A dimostrarlo i risultati di una ricerca italo-americana, che spiegano che accumulando stress durante la giornata, la visione delle cose viene alterata dal nervosismo. Inoltre, secondo l’età del soggetto e la propria personalità, lo stress può influire la presa di decisioni in maniera positiva o negativa.

Questi effetti sono stati dimostrati grazie allo studio condotto dall’Università di Milano insieme a dei laboratori americani, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista online Nature Reviews Neuroscience.

L’indagine ha osservato il modo in cui lo stress fisico e psicologico agisce sulle sinapsi cerebrali, portando a volte alla comparsa di patologie neuropsichiatriche, e ha suggerito inoltre nuove prospettive di trattamento per questi disturbi.

Cos’è lo stress?

Lo sviluppo dello stress dipende dalla presenza di certi ormoni particolari, i glucocorticoidi, che possono modificare le sinapsi (i punti di unione tra i neuroni) e la produzione di glutammato, ovvero l’amminoacido che svolge una funzione di neurotrasmettitore.


Inizialmente lo stress è un meccanismo fisiologico del corpo, cioè normale, e che provoca effetti positivi  per l’organismo, quale l’adattamento ad un cambio di ambiente o di determinate circostanze. Lo stress dal punto di vista patologico invece, si produce quando gli stimoli che portano al rilascio di glutammato persistono nel tempo.

Ad esempio, si sviluppa quando ogni giorno un soggetto è esposto a condizioni stressanti, come potrebbe essere la crisi economica, un lavoro non soddisfacente o una mancanza di adattamento ad una particolare circostanza (una patologia cronica o disabilitante, una perdita importante, ecc.).

In questi casi, lo stress provoca un offuscamento del cervello, con incapacità a fine giornata di fare perfino dei semplici conti. Inoltre, il carattere di un soggetto sottoposto a queste circostanze sarebbe influenzato dal nervosismo, e potrebbe cambiare significativamente.

Che fare quando si soffre di stress?

Non esistono soluzioni immediate o magiche per chi si trova davanti ad un quadro patologico di stress. Dato che la malattia si sviluppa come risposta ad un mancato adattamento a una certa circostanza, il primo passo sarebbe eliminare lo stimolo stressante, cosa che ovviamente non sempre è possibile. Potrebbe essere d’aiuto il prendersi una pausa o qualche giorno di feria, per riflettere su quale possa essere lo stimolo stressante.

Tuttavia, se una persona avverte che il proprio comportamento comincia a cambiare di fronte a situazioni di tensioni, il miglior consiglio è quello di recarsi da uno specialista.






Tags:

Lascia una risposta