Staminali per combattere il Parkinson

12 aprile 2013 16:340 commenti

Il Centro Parkinson degli Istituti clinici di perfezionamento (Icp) ha dato inizio al primo studio al mondo che adotta le cellule staminali dei pazienti al fine di fronteggiare una forma di Parkinson chiamata paralisi sopranucleare progressiva (psp) male che al momento è incurabile. Lo studio si fonda su staminali del midollo osseo, cellule di cui si fa un gran parlare in queste settimane per il caso delle terapie Stamina. Il gruppo di studi, coordinato dal direttore del Centro Parkinson Gianni Pezzoli, propende dunque per una strada diversa, anche se più difficoltosa. Pezzoli ha dichiarato: “Dopo un lungo iter burocratico, nel 2012 l’Istituto superiore della sanità ci ha autorizzato a partire con la prima fase della sperimentazione su cinque pazienti. Finora ne abbiamo già trattati due e contiamo di terminare presto anche con gli altri tre”.

> Nuova Campagna Nazionale Parkinson

La seconda fase contempla una seconda sperimentazione su venti pazienti, in doppio cieco, scaglionati in due gruppi ed alternativamente trattati per sei mesi con le staminali e altri sei mesi con un placebo. “Al fine di procedere a questa seconda fase servono finanziamenti. Finora tutti gli oneri economici, cioè 30mila euro a paziente, sono supportati dalla Fondazione Grigioni, a cui invitiamo a devolvere il 5×1000 – continua Pezzoli -. Tale forma di sperimentazione apre nuove prospettive per il trattamento di tutte le malattie neurodegenerative”.

Tags:

Lascia una risposta