Studiato vaccino contro i tumori maligni

15 dicembre 2011 07:050 commenti

Un gruppo di ricercatori dell’University of Georgia di Athens e della Mayo Clinic di Scottsdale (Stati Uniti) hanno sviluppato un vaccino che sarebbe capace di battere il 70% dei tumori maligni.

Lo studio è stato condotto su modelli di topi con tumori maligni del seno e cancro al pancreas, e i risultati sono stati appena pubblicati sui Proceedings of The National Academy of Sciences.

Gli scienziati resposabili della ricerca hanno spiegato che questo nuovo vaccino sarebbe in grado di ridurre le dimensioni, in media, dell’80% nella maggior parte dei tumori maligni, attraverso un complesso meccanismo di attivazione del proprio sistema immunitario del paziente.


Come agisce il vaccino?

Nello specifico, il rimedio sarebbe capace di stimolare la risposta immunitaria nei confronti degli zuccheri legati a una certa proteina, MUC1, che si espressa esageratamente nel 70% dei tumori maligni, sulla superficie delle cellule tumorali.

Perciò, questa terapia sarebbe efficace nella stragrande maggioranza dei tumori maligni, e riuscirebbe a sconfiggere il cancro combinando il vaccino con altri trattamenti quali la chemioterapia, radioterapia o l’esportazione chirurgica del tumore.

Una volta che si concluderanno gli studi in corso su cellule tumorali umane, gli specialisti cercheranno di iniziare al più presto gli studi clinici, in modo da velocizzare al massimo tutti gli esami necessari per poter cominciare a vaccinare i pazienti ad alto rischio, ovvero quelli in cui non è possibile l’intervento chirurgico.






Tags:

Lascia una risposta