Succo di pompelmo utile nella terapia contro il cancro

9 agosto 2012 14:270 commenti

Secondo uno studio condotto dall’University of Chicago Medicine e pubblicato sulla rivista Clinical Cancer Research, il pompelmo sarebbe un ottimo alleato nella lotta contro il cancro. Bere del succo di pompelmo, infatti, non solo triplicherebbe gli effetti dei farmaci anticancro ma aiuterebbe anche a contrastare gli effetti collaterali di questo tipo di terapia.

Dagli studi fatti, che hanno coinvolto 138 pazienti malati di cancro, gli scienziati hanno infatti scoperto che il succo di pompelmo incrementa del 350% gli effetti del sirolimus, un farmaco generalmente utilizzato per i pazienti che hanno subito un trapianto ma che potrebbe risultare utile anche per coloro che sono affetti da un tumore. Generalmente, per  potenziare gli effetti di questo farmaco se ne usa un altro, il ketoconazolo, che li aumenta del 500%.


Gli effetti del succo di pompelmo sopra descritti sono riconducibili alla sua capacità di inibire gli enzimi nell’intestino che provocano la decomposizione del sirolimus e di altri farmaci. L’effetto inizia dopo poche ore dalla sua assunzione e svanisce gradualmente nel corso dei giorni successivi.

Quella sul succo di pompelmo è la prima ricerca destinata a studiare gli effetti combinati che si hanno mediante l’associazione di cibo e farmaci anti-cancro. I suoi riscontri positivi potrebbero costituire un’importante scoperta su diversi fronti: anzitutto, una somministrazione controllata di succo di pompelmo potrebbe incrementare la disponibilità dei farmaci, inoltre incrementando gli effetti di alcuni di questi si avrebbe da un lato un risparmio in termini economici e dall’altro un beneficio per la salute stessa dei pazienti, dal momento che il sirolimus è un farmaco che può causare problemi gastrointestinali anche seri. Grazie al succo di pompelmo, dunque, si potrebbero ridurre le dosi del farmaco mantenendone al tempo stesso l’efficacia .

 






Tags:

Lascia una risposta