Tagli alla sanità pubblica non solo in Italia

18 maggio 2013 10:030 commentiDi:

foto-europa

Sul fronte della sanità pubblica, gli ultimi anni in Italia sono stati caratterizzati da una serie di interventi volti a ridurre i costi del sistema pubblico sanitario (SSN) . Tutte le regioni italiane hanno infatti visto progressivamente ridurre il budget dedicato alle terapie e al mantenimento delle strutture dedicate alla cura della salute, in seguito ad una serie di non sempre moderati tagli e operazioni forzate di spending review.

Tanto da mettere quasi in crisi l’ inalienabilità del famoso diritto alla cura.

Gli italiani si curano da Emergency

Ma non bisogna pensare che questa situazione abbia coinvolto solo l’ Italia. Diverse altre nazioni europee, a causa della crisi economica, sono state parimenti interessate da operazioni di ridimensionamento della spesa sanitaria e delle politiche sociali.


> I sistemi sanitari regionali

In Inghilterra, ad esempio, si è pensato di risparmiare 4 miliardi di sterline riducendo il personale e i servizi per la salute. In Spagna, invece, le operazioni di taglio sono effettive già da un paio di anni e pensato e arriveranno entro il 2013 ad eliminare il 20% delle spese.

In Portogallo sono previsti tagli per 1700 milioni alle cure pubbliche. In Francia le riduzioni dovrebbero addirittura ammontare a 60 milioni di euro entro il 2017.

In Grecia, infine, si prevede di tagliare altri 2 miliardi di euro su una sanità pubblica già ridotta all’ osso.

 






Tags:

Lascia una risposta