Trapianto di organi tra viventi diventa legge

13 settembre 2012 16:060 commenti

Il Senato ha approvato oggi all’unanimità una nuova norma, già approvata dalla Camera lo scorso maggio, che consente il trapianto parziale di intestino, polmone e pancreas tra esseri umani viventi. La norma, dunque, rappresenta una deroga all’art. 5 del Codice Civile, secondo cui ciascun individuo non può procedere ad atti di disposizione del proprio corpo nel caso in cui questi cagionino una diminuzione permanente dell’integrità fisica, legittimando al contrario la possibilità di disporre, a titolo gratuito, di parti di polmone, pancreas e intestino al fine esclusivo di trapianto tra persone viventi.


La senatrice Api Emanuela Baio ha definito quella di oggi una conquista che la rende orgogliosa di far parte del parlamento italiano. A suo avviso, infatti, si tratta di un importante passo in avanti che comporta senza dubbio interventi chirurgici più complessi ma che al tempo stesso permetterà a moltissime persone di cambiare la loro vita in meglio, andando a colmare il divario esistente tra legge e progresso scientifico.

Grande soddisfazione per l’approvazione arrivata questa mattina è stata espressa anche da Fiorenza Bassoli, capogruppo Pd in commissione Sanità del Senato, secondo cui ora la legge dovrà essere accompagnata da una forte campagna informativa, in quanto sono ancora tantissimi i pregiudizi che possono impedire efficaci risultati. Per questo motivo sarà necessario l’impegno di tutti, a cominciare dal ministero della Salute in sinergia con le Regioni.






Tags:

Lascia una risposta