Trasmissione Virus Papilloma Umano

13 dicembre 2011 10:250 commenti

Il HPV provoca cancro anche in assenza di penetrazione

Le cifre sono davvero allarmanti: si stima che la metà degli uomini e donne che hanno rapporti sessuali negli Stati Uniti si infettano con il Virus del Papilloma Umano (HPV) almeno una volta nella loro vita. Inoltre, attualmente 20 milioni di persone negli Usa sono portatori del virus, e circa altri 6 milioni si infettano ogni anno (il 74% tra i 15 e i 24 anni).

L’infezione col HPV è diventata la malattia a trasmissione sessuale più comune negli Stati Uniti, e tradizionalmente è stato associato nelle donne allo sviluppo di verruche genitali, cancro del collo dell’utero, della vulva e della vagina. Tuttavia, molti studi scientifici segnalano un notevole incremento nel numero di uomini che sviluppano cancro dell’ano, del pene e gola associati al HPV.

Negli Stati Uniti in particolare, molte persone si presentano ai centri di salute quando il cancro è ormai nelle fase avanzate; così, non ricevono il trattamento a tempo e rischiano la morte. Secondo gli esperti, uno dei principali motivi per cui l’infezione per HPV sta crescendo negli uomini è la mancanza di informazione riguardo la prevenzione e identificazione precoce dell’infezione.

Come si trasmette l’HPV?

Molte persone non sono consapevoli che questo virus si trasmette con il semplice contatto della pelle. Non c’è bisogno che vi sia penetrazione nella vagina o ano, o scambio di fluidi (sangue o seme) come nel caso dell’AIDS. Il HPV invece si trasmette con il contatto genitale a genitale o genitale-orale. Inoltre, non occorrono lesioni di verruche o la presenza del virus herpes perché accada l’infezione. Nella gran parte dei casi, non vi è assolutamente nessun sintomo.

In molte persone infette, il virus se ne andrà dal solo, ma in altri casi rimarrà nei tessuti per sempre senza manifestarsi. È per questo che esistono tanti portatori, specialmente uomini, che non lo sanno, e trasmettono l’infezione.

Mancanza d’informazione tra gli uomini

Un’indagine pubblicata nel Journal of Behavioral Medicine nel 2010, indica che l’80% degli uomini intervistati negli Stati Uniti non conosceva le verruche associate al HPV. Il 90% ignorava l’esistenza del cancro orale, e il 94% del cancro anale causato dal HPV.

Questa mancanza d’informazione tra gli uomini potrebbe essere uno dei motivi per il quale si è verificato l’incremento negli ultimi anni di casi di cancro orofaringeo (bocca, gola e collo).

Secondo uno studio dall’Istituto Nazionale di Cancro degli Stati Uniti, il numero di uomini con cancro orale positivo al HPV crescerà di un 30% fino al 2020, superando le cifre di cancro del collo dell’utero nelle donne, le quali si spera scenderanno grazie agli esami precoci quali il Pap e la vaccinazione.

Secondo il Centro per il Controllo e la Prevenzione di Malattie, l’aumento nei casi di cancro orale potrebbe anche essere causato da un cambio nei comportamenti sessuali: aumento del sesso orale, inizio precoce della vita sessuale e maggior numero di coppie.

Perciò, coloro che hanno una vita sessualmente attiva devono fare molta attenzione e prendere certe misure quali l’uso del preservativo.

Tags:

Lascia una risposta