Tumore dell’utero a chi colpisce?

23 dicembre 2011 07:480 commenti

Com’è costituito l’utero?

L’utero è l’organo dove si sviluppa e cresce l’embrione durante la gravidanza. Presenta una caratteristica forma di imbuto rovesciato ed è costituito da due parti principali: una porzione inferiore collegata direttamente con la vagina, detta collo o cervice, e una porzione superiore, il corpo dell’utero, le cui pareti sono costituita da diversi tessuti.

Nel corpo dell’utero, il tessuto che compone la superficie interna dell’organo è pieno di ghiandole e si chiama endometrio, intanto che lo strato più esterno, necessario per “spingere fuori” il feto durante il parto, è di tipo muscolare e si chiama miometrio.

I diversi tumori che colpiscono l’utero

Detto ciò, bisogna distinguere tra il tumore dell’utero, che normalmente fa riferimento a quello che insorge dall’endometrio, e il tumore del collo dell’utero, causato principalmente dal Virus del Papilloma Umano e che si manifesta nell’area del collo o cervice sopramenzionata.

Esiste un altro tipo di tumore, più raro, che si sviluppa dal miometrio e che riceve il nome di leiomioma (quando è benigno) o leiomiosarcoma (in casi maligni).

Cause del tumore dell’utero

La struttura normale dell’endometrio cambia notevolmente nell’arco del ciclo mestruale normale, e i cambi rispondono all’azione di diverse ormone; così, l’endometrio si inspessisce ogni mese per affrontare un’eventuale gravidanza, e poi, quando non si verifiche quest’ultima, viene degradato ed espulso attraverso la vagina, sotto forma di flusso mestruale.

Gli stessi fattori ormonali che causano i cambiamenti strutturali dell’endometrio in forma normale, possono alterarsi sotto certe condizioni, e provocare una crescita incontrollata delle cellule, dando luogo ad un tumore dell’utero (o tumore dell’endometrio).

Questi tumori si trovano al sesto posto tra i tumori più frequente nelle donne, rappresentando il 4% di tutti i tumori nel sesso femminile; in Italia, vi sono ogni anno circa 7.700 nuovi casi.

Fattori di rischio

I tumori dell’utero colpiscono piuttosto donne di età avanzata, sopratutto dopo i 60 anni, e diventano sempre più comuni grazie all’aumento della longevità e all’alimentazione abbondante e troppo ricca di grassi, con la conseguente obesità e sedentarietà.

Tags:

Lascia una risposta