Tumore ovarico: Sguardi di Energia per combattere un killer silenzioso

Il tumore ovarico, riguardando quelle che sono le parti più intime e più legate al pudore di una persona, è un nemico che è doppiamente pericoloso rispetto a tutte le altre forme di tumore. Il rischio connesso al tumore ovarico, infatti, non è solo propriamente medico ma anche psicologico nel senso che il paziente che soffre di tale patologia ha difficoltà a comunicarlo e non riesce a conviverci. Il tumore ovarico, quindi, implica un rischio solitudine che negli altri casi di tumore è meno pronunciato.

E’ per combattere il tumore alle ovaie sia sotto il punto di vista medico che sotto quello psicologico, che l’Associazione contro il tumore ovarico ha lanciato una campagna informatica dall’eloquente nome di Sguardi di Energia che si concluderà proprio oggi. La campagna di comunicazione e sensibilizzazione contro quello che viene definito come killer silenzioso è stata effettuata presso il Policlinico Gemelli di Roma. La campagna ha avuto tra i suoi momenti più importanti una sessione di trucco e conforto psicologico, il cui obiettivo è stato quello di tendere una mano nei confronti delle persone che soffrono di questa malattia.

L’obiettivo dell’iniziativa è stato quello di portare a conoscenza di tutti i soggetti interessati il fatto che oramai la medicina si sia dotata di una serie di strumenti sia in ambito diagnostico che terapeutico che sono capaci di contrastare il tumore ovarico, facendolo regredire fino a farlo scomparire. La presenza di validi strumenti per combattere questa insidiosa forma di tumore è una buona notizia perchè ogni anno in Italia c’è l’insorgenza di circa 6000 nuovi casi di questo tumore. Si tratta di un numero che nasconde 6000 drammi diversi e 6000 persone che hanno bisogno anche di un supporto psicologico. Per una donna, infatti, la consapevolezza di essere affetta da tumore ovarico rappresenta la messa in discussione stessa della propria femminilità.

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *