Tumori del fegato

22 dicembre 2011 06:590 commenti

Il tumore del fegato è causato dalla moltiplicazione incontrollata di cellule all’interno dell’organo.

È considerato un tumore piuttosto raro; il tasso di incidenza dipende della zona geografica, essendo più diffuso in Asia, sebbene ultimamente si sia verificato un incremento nel numero di casi anche nei Paesi a basso rischio, come quelli europei e gli Stati Uniti.

L’incidenza in Europa è di 7 per 100.000 persone l’anno negli uomini e 2 per 100.000 nelle donne, rappresentando circa il 2% di tutte le forme tumorali.

Uomini adulti, maggior rischio

Nella maggior parte dei casi il tumore al fegato colpisce gli uomini di età maggiore di 60 anni. Negli uomini, l’incidenza si incrementa tempestivamente con l’aumentare dell’età, passando da 3 per 100.000 nei minori di a 45 anni, a 32 per 100.000 nei malati con età compresa tra 60 e 64 anni, per arrivare perfino al 62 per 100.000 nei pazienti maggiori ai 75 anni.

Sebbene i tumori primari del fegato siano poco frequenti, sono invece relativamente abituali i tumori secondari o metastasi, che provengono da altri organi e raggiungono il fegato attraverso la circolazione sanguigna o linfatica.

Cause e fattori di rischio

Per quanto riguarda i fattori di rischio per l’insorgenza di un cancro del fegato, le infezioni croniche dell’organo sono le più importanti.

Queste possono essere causate dal virus della epatite di tipo B o C, che vengono trasmessi per via sanguigna, i rapporti sessuali o durante la gravidanza. Le epatite virali, pur non dando alcun sintomo, sono facilmente rilevabili tramite un esame del sangue. Inoltre, per l’infezione da virus B esiste un vaccino, che attualmente viene fatto a tutti i neonati ma che comunque è utile a qualsiasi età. Quando un’epatite diventa cronica può, col tempo, trasformarsi in un tumore maligno.

Vi sono anche fattori genetici; infatti, chi ha un caso in famiglia ha un rischio maggiore rispetto alla media. Una dieta sbilanciata inoltre è stata correlata ad un aumento nei casi di tumori degli organi digestivi, tra cui il fegato.

Un 5% delle persone con cirrosi sviluppano un tumore del fegato; questa malattia è causata da infezioni, abuso di alcol, patologie autoimmuni, intossicazioni, eccessi farmacologici e altro. Anche le aflatossine, sostanze tossiche prodotte da certe muffe, che contaminano gli alimenti, favoriscono la cirrosi epatica e l’insorgenza di un cancro del fegato.

Tags:

Lascia una risposta