Home / Salute / Un bicchiere di vino a cena: un aiuto inaspettato contro il diabete tipo 2

Un bicchiere di vino a cena: un aiuto inaspettato contro il diabete tipo 2

Saprete sicuramente tutti che bere un bicchiere di vino rosso al giorno fa bene alla circolazione del sangue. Ebbene, un nuovo studio elaborato dall’Università israeliana Ben-Gurion del Negev ha scoperto che un bicchiere di vino rosso o bianco a cena può aiutare la condizione cardiovascolare degli individui ed essere di aiuto contro il diabete di tipo 2, rappresentando un’ottima soluzione di ausilio anche per la gestione del colesterolo. 

La ricerca ha inoltre rilevato come un bicchiere di vino – rosso o bianco poco importa – al giorno possa essere di aiuto anche nella gestione del controllo degli zuccheri nel sangue: il segreto, però, sta nel non bere bicchieri di vino come fossero bicchieri d’acqua. Una metabolizzazione lenta dell’alcool, infatti, rappresenta la soluzione più efficace.

Allo studio effettuato dall’università israeliana hanno partecipato ben 224 pazienti affetti da diabete e compresi nella fascia di età 45-75 anni, solitamente astemi. La ricerca si è basata sul far cominciare una parte di questi pazienti ad assumere moderatamente un quantitativo giornaliero di vino all’interno della propria dieta.

Il campione di test è stato infatti suddiviso in 3 gruppi. Al primo gruppo è stato detto di bere 1 litro e mezzo di acqua minerale, al secondo gruppo un litro e mezzo di vino rosso e al terzo gruppo la stessa quantità di vino bianco. Ciò che emerso da questi testi è il fatto che l’assunzione moderata di vino rosso ha fatto rilevare livelli di grasso contenuti nel sangue più sani oltre ad aver ridotto il rischio cardiometabolico.

La metabolizzazione più lenta del vino, inoltre, ha provocato nei pazienti una gestione più efficace degli zuccheri nel sangue e una più efficiente qualità del sonno. Insomma, bere un po’ di vino al giorno fa bene, se fatto con moderazione.