Un italiano su quattro soffre di stress da lavoro

23 novembre 2013 08:520 commentiDi:

lavoratrice malata

Il 25% della popolazione europea soffre di stress da lavoro. Sono questi i dati allarmanti che giungono da Bruxelles che mettono in evidenza come questo disturbo indotto dal luogo e dalle condizioni di lavoro abbia un costo per la società stimato in circa 25 miliardi di euro.

Una situazione comune a tutti i paesi europei e l’Italia non fa certo eccezione, come mostrano i dati rilasciati dal consiglio nazionale dell’Ordine degli psicologi nell’indagine “Rischio stress lavoro correlato”.

Secondo gli psicologi italiani, almeno il 40% dei lavoratori italiani si sono trovati a dover affrontare situazioni di ansia particolare legata al lavoro, che, per sette lavoratori su dieci, si è trasformato in vero e proprio stress da lavoro.

Le cause principali di questa patologia sono da rintracciarsi, secondo l’indagine, alla competizione, al carico di lavoro eccessivo e alla mancanza di certezze per il futuro, che costringe gli italiani ad accettare molte situazioni problematiche per evitare di trovarsi disoccupati.

Ad essere più stressati sono gli infermieri, gli addetti ai call center o agli uffici reclami e gli autotrasportatori, categorie che sono maggiormente esposte ai principali fattori di stress indicati dagli psicologi che sono: ripartizione dei compiti non corretta, frustrazione per la mancanza di stimoli e di gratificazioni professionali, orario di lavoro notturno e frequenza di incidenti.

Tags:

Lascia una risposta