Home / Salute / Vaccini pericolosi, il FLUAD non ha ucciso nessun anziano

Vaccini pericolosi, il FLUAD non ha ucciso nessun anziano

Il FLUAD, il vaccino anti influenzale elaborato dalla Novartis non centra assolutamente nulla con le morti sospette di anziani avvenute lo scorso mese in numerose regioni di Italia. E’ questo l’esito dell’indagine avviata dall’Istituto Superiore di Sanità dopo il blocco della commercializzazione e quindi somministrazione del vaccino anti influenzale FLUAD deciso proprio in relazione a queste morti sospette. Ma riavvolgiamo il nastro. FLUAD era finito sul banco degli imputati a causa della morte di alcuni soggetti anziani che nelle 48 ore precedenti avevano subito la somministrazione di questo vaccino per ostacolare l’influenza I casi sospetti non erano distribuiti in modo uniforme su tutto il territorio nazionale ma anzi erano concentrati in alcune zone specifiche come Lazio, Sicilia e Molise. Il sospetto che questi casi andarono velocemente a creare fu abbastanza scontato: alcune partite di FLUAD potevano avere determinato la morte di queste persone.

 

Un dubbio atroce e terribile che non poteva non indurre il Ministero della Salute a decidere per il blocco della somministrazione e per l’esecuzione di alcune analisi specifiche e mirate tese ad accertare l’eventuale sussistenza di un legame tra il vaccino stesso e le morti sotto esame. Il caso FLUAD, come venne ribattezzato dalla cronaca, determinò un crollo generale delle vaccinazioni anti influenzali. Tanti italiani, in altre parole, iniziarono a pensare che probabilmente chi sosteneva da decenni la pericolosità di tali vaccinazione non aveva tutti i torni. La diffusione di questi sospetti determinò a suo volta, una campagna di informazione indiretta da parte del governo con numerosi personaggi famosi, come ad esempio Bruno Vespa, che si fecero inquadrare mentre si vaccinavano per testimoniare appunto che a vaccinarsi non c’è alcun rischio.

A quelle calde settimane di polemiche incrociate seguì poi il silenzio più totale in attesa di conoscere i risultati degli esami ufficiali. Oggi questi risultati ci sono e dicono che il vaccino della Novatis non è pericoloso e che quelle morti sono da attribuire a patologie pregresse. In poche parole, il caso è chiuso e FLUAD è innocente. Non solo. Secondo l’Istituto Superiore della Sanità è indispensabile subito ripartire con le vaccinazioni, soprattutto per i soggetti a rischio, poichè già troppo tempo si è perso.