Vaccino Novartis contro la meningite

28 giugno 2013 06:590 commenti

Medici 08E’ stato creato un vaccino contro il meningococco B, che provoca 6 casi su 10 di meningite meningococcica in Italia. Successivamente al via libera della Commissione europea, lo scorso gennaio, è infatti giunta anche l’autorizzazione dell’Agenzia italiana del farmaco all’immissione in commercio di Bexsero, nuovo vaccino ‘made in Italy’ della Novartis contro il meningococco di sierogruppo B.

La presentazione del vaccino si è svolta ieri mattina, al Circolo della stampa di Milano nel corso della conferenza stampa ‘Un futuro libero dalla meningite’. Nel mondo contiamo ogni anno mezzo milione di casi di meningite meningococcica. In Italia la causa principale è si configura pensando al sierogruppo B, che nel 2011 e’ stato responsabile del 64% del totale dei casi, raggiungendo il 77% nei bambini al di sotto dell’anno di età. Il responsabile mondiale della ricerca, Novartis vaccines and diagnostics, Rino Rappuoli, ha dichiarato che vi sono vaccini in grado di proteggere contro i ceppi A, C, Y e W135 della meningite meningococcica, ma finora non era disponibile un vaccino contro il meningococco B.


Strano, dal momento che si parlava di una malattia particolarmente pericolosa, capace di attaccare le persone sane senza alcun preavviso.

Malattia che poteva portare al decesso entro 24-48 ore. La meningite meningococcica ha una letalita’ tra il 9 e il 12% ma in assenza di un trattamento antibiotico adeguato puo’ raggiungere il 50%.

Chiara Azzari, direttrice della Clinica pediatrica II del dipartimento di Pediatria internistica all’Universita’ di Firenze e all’A.O. Meyer)ha dichiarato che in Italia, secondo l’Istituto superiore di sanita’, nei bambini con meno di un anno, l’incidenza e’ di circa 3 ogni 100mila nuovi nati. Tuttavia, in realta’, i casi sarebbero “10-16”. Il profilo di tollerabilita’ e immunogenicita’ del nuovo vaccino Novartis sono stati stabiliti sulla base di un programma clinico che ha coinvolto oltre 7mila persone, tra cui in Italia 11 istituti diversi e circa 1.500 tra neonati, bambini, adolescenti e adulti.






Tags:

Lascia una risposta