Via libera del giudice alle cure per Celeste Carrer

31 agosto 2012 12:060 commenti

Il giudice del Tribunale di Venezia ha dato il via libera all’ospedale di Brescia per proseguire le cure nei confronti di Celeste Carrer, la bambina di due anni malata di atrofia muscolare spinale. Nelle scorse settimane, ricordiamo, era stata disposta l’interruzione della cura a fronte di un’indagine condotta dalla procura di Torino nell’ambito dell’inchiesta sulla Stamina Foundation, in cui risultano indagate 13 persone per i reati di somministrazione di farmaci imperfetti o pericolosi per la salute pubblica, truffa e associazione per delinquere finalizzata a commettere reati.

Marino Andolina, pediatra della bambina, si è detto soddisfatto per la decisione presa dal giudice, aggiungendo che a suo avviso il magistrato ha aperto una pagina fondamentale in Italia, dove sono presenti circa mille pazienti che attendono questa cura, verso la quale si nutrono grandi speranze.

Grande soddisfazione è stata espressa anche dagli avvocati della famiglia di Celeste, i quali hanno spiegato che la cura a cui è sottoposta la bambina è da considerarsi come cura compassionevole, prevista dal decreto ministeriale Turco-Fazio. Gli stessi legali hanno poi mostrato una certa fiducia verso la terapia, sottolineando che a Celeste erano stati dati massimo 18 mesi di vita, ma grazie a questa terapia ha raggiunto i due anni e due mesi e prosegue nei miglioramenti, certificati dai medici degli Ospedali Civili di Brescia.

Tags:

Lascia una risposta