Vino rosso riduce il rischio di tumore al seno

10 gennaio 2012 13:270 commenti

Buone notizie per le appassionate del buon vino: concedersi un bicchiere di vino rosso al giorno potrebbe essere d’aiuto nella prevenzione del cancro al seno.

Il consiglio emerge da un recente studio americano, condotto presso il Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles, i cui risultati sono stati pubblicati online sul Journal of Women’s Health.

Le responsabili di questa ricerca affermano che certe sostanze che si trovano all’interno dell’uva rossa, in particolare dei semi e delle bucce, potrebbero ridurre parzialmente i livelli di estrogeni e aumentare lievemente quelli di testosterone. Questa modifica nel bilancio tra gli ormoni sessuali femminili e maschili nelle donne prima della menopausa, ha dimostrato di ridurre il rischio di tumore del seno.

In questo modo, lo studio sperimentale, condotto su un campione di 36 donne pre-menopausiche, ha mostrato che quelle donne che hanno consumato vino rosso ogni giorno durante un mese, esibivano livelli di estrogeni nel sangue più bassi rispetto il gruppo controllo; in particolare, il vino somministrato a questo gruppo è stato il Cabernet Sauvignon, una varietà internazionale molto famosa.

Alle donne che conformavano il gruppo controllo, invece, i ricercatori hanno richiesto il consumo giornaliero di vino bianco (Chardonnay), il quale non avrebbe generato gli stessi effetti protettivi nel confronto del cancro al seno. Questa particolarità, infatti, ha portato gli scienziati ad affermare che queste sostanze benefiche si troverebbero esclusivamente nel vino rosso.

Una delle autrice dello studio, la dott.ssa Glenn D. Braunstein, ha spiegato che “ci sono sostanze chimiche nella buccia dell’uva rossa e nei semi d’uva rossa che non si trovano nelle uve bianche e che possono ridurre il rischio di cancro al seno“.

L’altra coautrice, Chrisandra Shufelt, ha consigliato infine che “se si ha l’occasione di bere un bicchiere di vino a cena, conviene prendere in considerazione un bicchiere di vino rosso“.

Tags:

Lascia una risposta