Home / Salute / Zika: dopo no rinvio a Rio dell’Oms, ora anche la Rospotrebnadzor dice no

Zika: dopo no rinvio a Rio dell’Oms, ora anche la Rospotrebnadzor dice no

L’autorità sanitaria russa Rospotrebnadzor ha diramato una nota in cui si afferma che non ci sono motivi validi per posticipare o bloccare addirittura le prossime Olimpiadi in programma a Rio De Janeiro a causa dell’emergenza Zika. La posizione di Rospotrebnadzor è condivisa dalla stessa Organizzazione Mondiale della Sanità e quindi, a questo punto, è chiaro che non ci sarà alcun ripensamento e che tutto si svolgerà secondo i programmi. A chiedere di posticipare le Olimpiadi erano stati decine di scienziati e medici che avevano addirittura fatto un appello urgente per intervenire.

Per l’Oms, e per la russa Rospotrebnadzor, rinviare le Olimpiadi non avrebbe alcun senso pratico e produrrebbe alcun effetto. Secondo entrambe le organizzazioni, infatti, Olimpiadi o non Olimpiadi, il virus Zika ha le caratteristiche per proseguire indisturbato nella sia diffusione. Il Paese più contagiato, secondo gli ultimi dati disponibili, è proprio il Brasile dove oltre 1 milione di persone sono rimaste colpite da Zika. Il virus, per il quale non esistono vaccini ritenuti validi, si manifesta con semplice febbre e, il più delle volte, non lascia tracce del suo passaggio. Il vero problema, ha ricordato l’Oms, si ha nel caso in cui ad essere contagiata sia una donna incinta. Zika, infatti, determina malformazioni nel feto che si ripercuotono poi sul cervello del neonato. E’ alla luce di tale considerazione che un blocco delle Olimpiadi non avrebbe senso alcuno. Il virus, è riuscito ad uscire dall’America Latina, grazie gli spostamenti intercontinentali che, ogni giorno, coinvolgono milioni di uomini. Alla luce di questa situazione, sia l’Oms che la russa Rospotrebnadzor hanno diramato una nota in cui di afferma che l’unico modo concreto per difendersi da Zika sia quello di rispettare alla lettera il decalogo delle precauzioni e a queste direttive si rimanda anche nel caso di viaggi in Brasile per assistere alle prossime Olimpiadi di Rio.

 

Loading...