Home / Salute / Zuckerberg pro vaccini: la figlia Max fa discutere su Facebook

Zuckerberg pro vaccini: la figlia Max fa discutere su Facebook

Una scelta che fa discutere il popolo della rete e le orde di anti vaccinisti che rivoluzionano sul web quella di Mark Zuckerberg, che ha postato su Facebook una foto di se stesso con la figlia Max scrivendo: “Doctor’s visite: Time for vaccines!”, ovvero, “visita del dottore, è il momento del vaccino”. Con questo status, il patron di Facebook si è ovviamente schierato nel dibattito – a volte esente da prove e riprove scientifiche – sulla positività dei vaccini, ricevendo pertanto diversi commenti negativi, ma la maggior parte sono estremamente positivi. 

Quello sui vaccini è un dibattito che fa discutere molte persone e da molto tempo: c’è chi li rifiuta, affermando che risultano strettamente collegati a malattie e patologie come ad esempio l’autismo, e chi invece ne è favorevole, mentre orde di complottisti temono che dietro il vaccino si nasconda un efficace sistema di controllo della popolazione. Tralasciando quest’ultima ipotesi da romanzo utopico, tuttavia, il dibattito sui vaccini è molto forte in Italia, dove vige una campagna di sensibilizzazione proprio in favore dei vaccini dopo il disastro influenzale dello scorso anno.

Il post di Zuckerberg ha ricevuto oltre 2,5 milioni di like e più di 60 mila commenti, la maggior parte positivi. C’è infatti chi ha ringraziato pubblicamente Mr. Facebook per la sua presa di posizione, come un pediatra che ha scritto: “Grazie per aver reso pubblica la cosa”; e c’è chi invece, addentro alla questione, ha scritto il seguente messaggio: “Vedo costantemente brave persone che mettono in pericolo la vita dei loro figli per colpa di antiche e fraudolente paure legate alle vaccinazioni, associate all’autismo. Grazie Mark Zuckerberg per aver fatto la cosa giusta e per aver mostrato agli quello che è giusto fare”. L’autore del commento? Stuart Duncan, affetto da autismo, con un figlio autistico.

Ovviamente, contro la schiera di messaggi positivi, anche una serie di commenti negativi: “Ma che padre sei?”, scrive qualcuno, mentre un altro rimbrotta: “Iniettare sostanze chimiche salvavita (sic) in quella bambina! Che sciocchezze! Le su edifese naturali sono tutto quello di cui ha bisogno per sconfiggere polio e tubercolosi!” E naturalmente, nella schiera dei complottisti, c’è anche chi guarda oltre, affermando che la presa di posizione pubblica di Zuckerberg sull’argomento sia un modo per far intascare soldi alle case farmaceutiche.

Insomma, il dibattito sui vaccini continua imperterrito, ma almeno stando al post di Zuckerberg, la maggior parte delle persone si schiera a favore delle vaccinazioni.