Berlusconi rifiuta Balotelli: “Costa troppo”

9 dicembre 2012 12:390 commenti

Succede per la quinta volta in tre settimane, che Silvio Berlusconi atterra in elicottero a Milanello, sulla pistra polivalente in sintetico destinata all’accoglienza del suo velivolo. Il motivo? Motivare l’ambiente, stare vicino ai suoi e distrarsi dagli impegni politici.

Silvio Berlusconi sta molto vicino al Milan di questi tempi. Il copione è sempre lo stesso. Arriva, saluta la squadra, pranza con Galliani e Allegri e poi si ritrova al centro del campo di allenamento con i giocatori per motivarli nuovamente e caricarli per bene in vista della sfida di campionato. In questo caso è la sfida contro il Torino.

►Il Milan cerca vittorie

Fino ad oggi, fatta eccezione per il match contro lo Zenit, il ‘Cavaliere’ ha portato bene con la sua visita.

Da quando il presidente ha ripreso a stare vicino personalmente alla squadra il Milan è tornato a volare in campionato.


In occasione della visita, Berlusconi si è intrattenuto sui giornalisti e ha lasciato loro la sua opinione sui temi salienti delle ultime settimane. Primo su tutti l’arrivo di Balotelli, che proprio di recente è diventato papà di Pia, la figlia che aspettava da Raffaella Fico:

“È stata male interpretata la mia frase (“Mario non è un sogno”), io non sogno queste cose di notte. Non c’è nessuna trattativa per lui. Costa troppo, non sono più i tempi, queste cose non si possono più fare”.

►Il Pd e la nuova sfida di Berlusconi

Poi due parole su Antonio Conte, che torna dalla lunga squalifica: “Non conosco nello specifico la sua situazione. Ma non ci sarebbe da meravigliarsi se anche lui fosse uno dei perseguitati dalla giustizia, in questo caso sportiva”.

Qualcuno chiede all’Ex Premier anche qualcosa sul suo ex genero, Alexander Pato: “Quando rivedremo il vero Pato? Se lo domanda anche lui. Tutte le mattine si alza, si guarda allo specchio e si chiede “Chi sei tu?””.

 






Tags:

Lascia una risposta