Calciomercato Juventus: preso Caceres, manca un centrocampista

26 gennaio 2012 14:460 commenti

A cinque giorni dalla chiusura del mercato si conclude felicemente per la Juventus la telenovela Caceres, il cui ritorno a Torino è stato a più riprese creduto certo per venir poi immancabilmente rimandato. La sicurezza viene stavolta dal Siviglia che in un comunicato ufficiale ha reso noto che il difensore uruguaiano si trova nella città piemontese per le visite mediche alle quali seguirà, in caso di esito positivo, la firma del contratto e l’annuncio ufficiale della cessione alla Juventus. Caceres torna dunque in bianconero, dopo l’esperienza non esaltante della stagione 2009-2010, con la formula del prestito oneroso per 2 milioni di euro e obbligo di riscatto a giugno fissato a 8 milioni. Un investimento non da poco quello deciso da Beppe Marotta in sintonia con Antonio Conte, ma che potrebbe portare i suoi frutti vista l’età del difensore uruguaiano, che deve ancora compiere 25 anni, la sua capacità di calarsi senza difficoltà in qualsiasi ruolo del reparto arretrato e le prestazioni di qualità crescente che egli ha offerto con la maglia del club spagnolo e della sua nazionale negli ultimi anni.


Definitivamente chiusasi la porta, almeno in questa sessione di mercato, per Fredy Guarin, ed anche alla luce dell’infortunio di Marchisio, per il centrocampo salgono invece le quotazioni di Radja Nainggolan e Valon Behrami. Il belga di origini indonesiane è valutato 15 milioni di euro e Cellino, peraltro contrario ad una partenza anticipata a gennaio del suo gioiello, pare decisamente poco orientato a fare sconti. La Juventus sta cercando la contropartita tecnica adatta a far mutare opinione al patron rossoblù ma né Luca Toni, né la seconda metà di Ekdal, né il giovane e talentuoso Luca Marrone paiono al momento aver raggiunto lo scopo.

Non diversa la situazione di Behrami che ha già dato la disponibilità per un suo trasferimento in bianconero deluso dal ritardo nell’adeguazione del contratto promesso dalla Fiorentina al momento del suo acquisto dal West Ham. Anche in questo caso la Juventus deve superare le resistenze della dirigenza che fanno eco a quelle del tecnico Delio Rossi e della tifoseria, decisamente contraria alla cessione di uno dei suoi idoli.

Giorni contati anche per sfoltire la rosa, dopo la partenza di Amauri accasatosi a Firenze. Luca Toni ha rifiutato offerte dagli Emirati Arabi e dagli Stati Uniti e vorrebbe rimanere in Italia anche se le società finora interessate, ossia Cesena e Siena, non possono permettersi il suo elevato ingaggio. Per Iaquinta, che ha rifiutato il Novara, la destinazione al momento più plausibile è il Palermo, orfano di Pinilla passato al Cagliari.  Il procuratore di Krasic è invece a Roma per parlare con Lotito del suo assistito: il serbo vorrebbe essere acquistato a titolo definitivo mentre la Lazio sarebbe maggiormente orientata alla formula del prestito con diritto di riscatto.






Tags:

Lascia una risposta