Calciomercato Milan: la telenovela Tevez e i “viaggi” di Pato costano il Derby…

16 gennaio 2012 14:240 commenti

Cominciare una settimana di lavoro a Milano, è per molti un’impresa dura. Cominciare una settimana di lavoro a Milano, per un milanista, dopo aver perso il derby, è qualcosa di più.

Una serata da cancellare quella andata in scena ieri a San Siro: la Banda Allegri torna sulla terra, capitombolando sospinta dall’implacabile Milito. E’ più facile analizzare le cose andate bene che passare in rassegna tutti gli errori e gli errori commessi dai rossoneri. Puniti in conseguenza all’unica sbavatura di un Abate ordinato e grintoso come sempre, ma soprattutto dall’evanescenza palesata sul piano offensivo.


Allegri continua a credere nelle doti di Emanuelson, che dal canto suo continua a non ripagare. Dopo sei cartellini timbrati si è fermato sul più bello anche Ibrahimovic, lasciando a Pato responsabilità e compiti che il Papero forse non sente più di sua competenza, assillato com’è dalle voci di mercato che qualche giorno fa lo hanno catapultato a Parigi con addosso la casacca del PSG, previo ritorno a Milano nello stesso giorno.

Alla luce delle pessime prestazioni della coppia titolare schierata nella stracittadina, l’Apache sarebbe la benzina giusta per il discontinuo motore rossonero, a cui tuttavia servirebbe anche altro. E’ dura, infatti, pensare ad un Milan impegnato su due fronti e voglioso di organizzare un progetto redditizio senza una valida coppia di terzini. Abate a destra – disimpegno sciagurato a parte – è calato nel ruolo quasi a perfezione, mentre a sinistra nessuno (Zambrotta, Antonini e Taiwo) convince abbastanza da sbaragliare la concorrenza. Il nuovo candidato arriverà con ogni probabilità da Lecce, si chiama Djamel Mesbah e, al momento, tutto ciò che può mettere a disposizione è una buona dose di entusiasmo. Poco? Forse sì, forse no…






Tags:

Lascia una risposta