Campione di nuoto norvegese muore per arresto cardiaco fulminante

2 maggio 2012 09:240 commenti

Choc in Norvegia e nel mondo dello sport: ieri è morto il campione di nuoto Alexander Dale Oen. Aveva solo 26 anni. Lo sportivo è deceduto ieri pomeriggio dopo un allenamento a Flagstaff, in Arizona, a causa di un arresto cardiaco fulminante.

Lo sportivo è stato trovato morto sul pavimento del bagno della piscina dove stava svolgendo il suo allenamento: il suo compagno di stanza ha cominciato a preoccuparsi quando si è accorto che il nuotatore non rispondeva alla porta quando ha cominciato a bussato. È subito intervenuto il medico del centro sportivo che ha tentato di rianimarlo nel centro medico di Flagstaff.

GIOCATORE DI VOLLEY NUORE IN CAMPO


Pochi minuti dopo è arrivata l’ambulanza che è l’ha trasportato preso l’ospedale: a nulla sono serviti i tentativi di rianimazione e l’atleta è stato dichiarato morto. Il mondo del nuoto è sotto choc: Dale Oen aveva vinto la medaglia d’oro nei 100 rana agli ultimi Mondiali di Shanghai e si era aggiudicato l’argento ai Giochi olimpici di Pechino nel 2008.

Era uno degli atleti favoriti per le Olimpiadi di Londra in programma a luglio, ma la sua vita è stata interrotta da un collasso causato da un arresto cardiaco fulminante. Alla notizia diffusa dalla Federazione nuoto norvegese è seguito il cordoglio sentito dei compagni di squadra e anche il primo ministro norvegese Jens Stoltenberg raccoglie le condoglianze della Norvegia rivolgendo un pensiero alla famiglia. Anche su Twitter si sono succeduti i messaggi di solidarietà alla famiglia e un saluto affettuoso al campione prematuramente scomparso.






Tags:

Lascia una risposta