Confermata squalifica di dieci mesi per Antonio Conte

22 agosto 2012 11:400 commenti

Confermata in appello la sentenza per Antonio Conte: la Corte di Giustizia Federale ha confermato anche in secondo grado per il tecnico della Juventus i 10 mesi di squalifica per omessa denuncia nell’ambito del processo sportivo sul calcioscommesse.

Per Conte restano le accuse per la partita Albinoleffe-Siena, mentre è stato prosciolto per Novara-Siena. Una sentenza inaspettata per l’allenatore della Juventus che si era detto certo di una riduzione di pena in appello: l’ultima arringa di Giulia Bongiorno, avvocato difensore di Conte, sembrava avere convinto i giudici a uno sconto di pena. Nulla da fare invece.

Accolto, seppur parzialmente, il ricorso di Angelo Alessio, vice di Conte (al Siena e alla Juventus) che vede la squalifica di 8 mesi ridotta a 6. Per Leonardo Bonucci e Simone Pepe (della Juventus) confermato il proscioglimento dall’accusa della procura federale.


Prosciolti anche Marco Di Vaio (del Montreal Impact), Salvatore Masiello (Torino). Confermati i 6 mesi di stop per Daniele Portanova (Bologna) e Nicola Belmonte (Siena). Respinto il ricorso di Emanuele Pesoli (del Siena) per cui resta confermata la squalifica di 3 anni.

 

ANTONIO CONTE DEFERITO PER OMESSA DENUNCIA

In appello è stata confermata anche l’esclusione del Lecce dal campionato di serie B e la squalifica di 5 anni (già in primo grado) all’ex presidente del Lecce, Pierandrea Semeraro. Appello favorevole invece per il Grosseto che ha visto accolto il ricorso contro l’esclusione dal campionato di serie B. Accolto anche il ricorso del presidente del Grosseto, Piero Camilli, contro la squalifica di 5 anni. Parzialmente accolto il ricorso del Novara che ottiene una riduzione sulla penalizzazione di primo grado (2 punti) e che nel prossimo campionato partirà da -1.






Tags:

Lascia una risposta