Home / Sport / Dall’Uomo Ragno all’aeroplanino: la Sampdoria sceglie Montella

Dall’Uomo Ragno all’aeroplanino: la Sampdoria sceglie Montella

Tra i tifosi della Sampdoria e l’allenatore Walter Zenga il feeling non è mai sbocciato: sarà stato il 4-0 subito dal modestissimo Vojvodina nei preliminari di Europa League, sarà perché Zenga ha fatto bene solo a Catania come allenatore, fatto sta che ai tifosi blucerchiati l’Uomo Ragno non è mai andato giù: non è un caso che domenica scorsa lo hanno fischiato dall’inizio alla fine, chiedendo in coro al presidente di Ferrero di mandarlo via. E così adesso la Samp starebbe pensando all’Aeroplanino: Vincenzo Montella. 

Il bilancio della Sampdoria, per alcuni, non è neppure poi tanto male: 4 vittorie, 4 pareggi, 4 sconfitte, ma nelle ultime tre partite Zenga ha incassato due pareggi e una sconfitta. Il gioco non c’è e Zenga non ha l’appeal giusto che piace ai tifosi blucerchiati, che forse speravano in un nome più blasonato per il dopo-Mihajlovic. Proprio come quello di Vincenzo Montella, che però, in estate, era ancora alla Fiorentina, prima di essere liberato.

E il nome di Vincenzo Montella piace e affascina il tifo doriano: sarebbe il ritorno graditissimo di un ex che tanti gol ha fatto con la maglia blucerchiata e che ha convinto anche come allenatore prima alla Roma e poi alla Fiorentina. Quella stessa Fiorentina che potrebbe mandare a casa Zenga Рnon ̬ ancora ufficiale, ma presto potrebbe diventarlo Рche nel dopo-partita ha pensato bene di abbandonare baracca e burattini e partire per Dubai dalla sua famiglia.

Voci di corridoio danno Ferrero molto arrabbiato per il comportamento del suo (quasi-ex) allenatore, tanto da pensare di dargli il benservito nelle prossime ore. Prima però bisogna liberare Montella dal contratto con la Fiorentina. Una buonuscita, un prezzo da pagare, qualche cavillo burocratico da risolvere, e quasi sicuramente il 22 novembre sulla panchina della Sampdoria vedremo accomodarsi l’aeroplanino Vincenzo Montella. Per la gioia della maggior parte dei tifosi doriani.