Galliani innamorato di Balotelli

5 novembre 2012 18:340 commenti

Adriano Galliani parla di presente e futuro. Di Balotelli, del suo Milan e dello straordinario momento di forma di Stephan El Shaararawy. Per il primo, ex Inter e ora al City, Galliani prova un vero e proprio amore calcistico. Uno di quelli che non si concludono con una storia:

“E’ un giocatore che amo pazzamente, ma ci sono tanti amori che non vanno a buon fine nella vita e Balotelli è uno di quelli”.

Difficile dunque che Supermario arrivi al Milan. Pensare che le sirene inglesi del Manchester City stanno invece corteggiando il Faraone. L’Amministratore Delegato del Milan è però fermo sull’argomento e non intende privarsi dell’attuale capocannoniere del club di Via Turati e della Serie A:

El Shaarawy ha cinque anni di contratto, fino al 2017, e presto allungheremo fino al 2018.  Lui rimarrà con noi a lungo, il discorso è chiuso”.


Al suo arrivo in via Rossellini, dove si è recato per l’assemblea della Lega Calcio di Serie A, il vicario storico dei rossoneri è stato sommerso dalle domande dei cronisti, che vogliono conoscere lo stato di salute della squadra dopo il 5 a 1 rifilato al Chievo, nell’anticipo del Sabato. Mercoledì i rossoneri saranno impegnati nel ritorno in Champions contro il Malaga. Una partita in cui Allegri e i suoi si giocano una grossa fetta di qualificazione al turno successivo. Galliani lo sa bene e afferma:

“Quella contro gli spagnoli sarà una sfida molto importante. Se dovessimo vincere avremmo fatto un grande passo in avanti in vista del passaggio del turno. In campionato per ora siamo molto lontani dai primi posti, abbiamo accumulato un ritardo importantissimo nelle prime giornate e ora ci vorrà tanto tempo per recuperare. Ma nessuna priorità alla Champions, il campionato è importantissimo. Dobbiamo cercare di far punti in tutte e due le competizioni. A partire dalle prossime partite, impegnative soprattutto in campionato (il Milan affronterà a novembre Napoli, Fiorentina e Juventus)”

E Berlusconi? Che dice?

“Ha visto la partita contro il Chievo ed era contentissimo, come del resto lo eravamo io e tutti i tifosi milanisti”.

 






Tags:

Lascia una risposta