Gattuso parla degli scherzi di “Gazza” Gascoigne

20 novembre 2012 18:050 commentiDi:

Chi si ricorda di Gascoigne? Era un giocatore inglese molto talentuoso, una promessa del calcio britannico che ha giocato anche in Italia nella Lazio. Era un grande giocatore, ma anche una persona bizzarra e non proprio capace di sottostare alle regole. A Roma lo ricordano in molti per le sue qualità di calciatore, certo, ma anche per i suoi comportamenti bizzarri ed eccentrici. Si dice che bevesse spesso, e questo ora si sa, e che a volte non tornava a casa fermandosi con il suo macchinone nel primo hotel che incontrava. Saranno stati gli effetti delle sbronze. Ecco, a Roma Gascoigne lo ricordano più per i suoi comportamenti eccentrici che per le sue giocate.


Gennaro Gattuso ha avuto un’esperienza come collega di Gascoigne in Scozia ai Ranger Glasgow. Gattuso aveva 19 anni e si affacciava al calcio che conta, mentre Gascoigne ne aveva 30. E “Ringhio” ha raccontato dei particolari divertenti del suo ex compagno di squadra alla Tv svizzera. In particolare, “Ringhio” ha parlato degli scherzi dell’inglese:

“Era il mio primo allenamento con i Rangers. Appena tornato in cabina dopo la doccia ho sentito uno sgradevole odore. Ho preso i miei boxer e notato che dentro c’era qualcosa di pesante. In poche parole Gascoigne aveva fatto il bisogno dentro il calzino, aveva fatto la cacca dentro il calzino”.

Gattuso ha parlato dell’inglese e del suo carattere scherzoso:

“Perché era un pazzo al quale piaceva fare scherzi del genere. Questo è il suo modo di essere. In seguito sono tornato a casa senza mutande”.

E poi della generosità di Gascoigne:

“Coi Rangers avevamo un preciso dress code. In un grande magazzino Gascoigne mi comprò quattro-cinque vestiti. Era stato il club a dirgli di farlo. Il denaro mi sarebbe poi stato detratto dal mio stipendio. Più tardi chiesi alla squadra quando saldare quel debito. La loro risposta fu: “Ci ha già pensato Gascoigne”.

 






Tags:

Lascia una risposta