Il 2012 di Max Biaggi. Dal titolo al ritiro

31 dicembre 2012 12:280 commenti

La ruota gira, per tutti. Figuriamoci per i motociclisti. Gira anche per Max Biaggi, pilota romano che ha segnato con un marchio a fuoco la storia dello sport su due ruote.

Un pilota intramontabile, di altri tempi. Forse un pilota poco simpatico, sicuramente però un pilota molto forte. Fortissimo.

Il 7 novembre 2012 Max Biaggi, a distanza di un mese dalla conquista del secondo titolo consecutivo in Superbike, ha annunciato l’addio alle corse.

Lo ha annunciato con un post sul suo profilo Twitter, scrivendo “Mi ritiro da campione”. In quel freddo 7 novembre, Max Biaggi ha confermato le sue intenzioni in una conferenza stampa tenutasi a Vallelunga.

E’ un giorno triste per il motociclismo. L’amarezza dei tanti tifosi si può toccare con mano. Max conta milioni di supporters sparsi in tutte le zone del mondo.


Entra di diritto nella classifica dei migliori sportivi 2012, perché il suo è un Premio alla carriera. Un po’ come quelli che si danno nei festival cinematografici. Uno po’ come quelli che bisognerebbe dare, tramite il Pallone d’Oro, a quei calciatori che magari non segnano tanto visto il loro ruolo ma che sono capaci lo stesso di entusiasmare l’animo dei propri tifosi (come Paolo Maldini).

Max Biaggi si ritira nell’anno in cui Valentino Rossi è uno dei flop più clamorosi del motociclismo. Lui, il pilota romano, lascia da campione. Da vincente.

La sua è stata una carriera trentennale. Iniziata nel 1991, esordendo nell’allora classe 250 del Motomondiale, e proseguita nella MotoGp, dopo aver conquistato ben 4 campionati.

Nella classe superiore passò nel 1998. Erano gli anni dell’ascesa di Valentino Rossi, suo acerrimo nemico.

I loro scontri verbali hanno fatto la storia, mettendo sempre il sale sulla coda di ogni gara.

Chissà perché Max Biaggi ha deciso di lasciare il campo e la fama al campione di Tavullia..Certo è che, nel 2007, il pilota romano ha deciso di misurarsi in un’altra competizione, la SuperBike. Anche qui, inevitabilmente, sono stati successi a grappoli. Il primo titolo iridato in SBK è arrivato per Max nel 2007. L’ultimo, quest’anno, un mese prima di annunciare il suo ritiro. Da ‘Campione’.






Tags:

Lascia una risposta