La Roma affonda il Milan

23 dicembre 2012 13:090 commenti

Una Roma spettacolare annienta il Milan all’Olimpico nell’ultima gara dell’anno solare. In quello che era il match clou in programma per la 18esima giornata di Serie A, i giallorossi di Zeman continuano la marcia positiva verso la risalita in classifica.

Tutto perfetto, dal clima che si respirava sugli spalti, alla premiazione pre-partita a Daniele De Rossi. Perfetti anche i novanta minuti dei giallorossi. Anzi, gli 85 minuti dei giallorossi.

La Roma parte fortissimo, con Osvaldo che piazza un pallone nel set. Amelia non si fa sorprendere e vola per smanacciare in calcio d’angolo. E’ solo il preludio al gol. Pallone in area di rigore dalla bandierina e Burdisso insacca di testa per l’uno a zero.


La Roma ci prende gusto, attacca, individua da subito le debolezze di un Milan che non gira. I giallorossi, guidati da Lamela e Totti sono sempre in avanti. Così, alla prima occasione utile, raddoppiano ancora su colpo di testa. A firmare il 2 a 0 è Osvaldo, con Amelia che per la seconda volta può solo guardare il pallone insaccarsi sulla sua sinistra.

Il primo tempo degli uomini di Zeman è perfetto. Costruiscono palle-gol a non finire, lasciando gli uomini di Allegri in bambola. Allo scadere Osvaldo indovina l’assist filtrante per Lamela, che in area non fallisce. Si va negli spogliatoi sul 3 a 0. Tornati in campo tutti si aspettano la reazione del Milan, che non arriva. Arriva anzi il 4 a 0 della Roma, ancora firmato Lamela.

Allegri, disperato, le prova tutte. La sfortuna non aiuta un Milan, bloccato anche da un Goigoechea super che le para tutte. Boateng, ancora sottotono, colpisce un palo. Nel finale, pochi minuti dopo l’espulsione di Marquinho, il portiere romanista atterra El Shaarawy. Rigore. Pazzini dal dischetto non sbaglia. A pochi secondi dal fischio finale, l’ex Bojan porta il risultato sul 4 a 2.






Tags:

Lascia una risposta